cerca nelle newsletter


newsletter wineuropa

Internet & Dintorni

(23/05/2019)

Le password degli utenti G Suite salvate in chiaro

E' successo a Facebook, a Instagram e ora tocca a Google. Le password di un numero non precisato di utenti G Suite (sono in totale oltre 5 milioni nel mondo) sono state salvate in chiaro, non protette da crittografia, all'interno dei sistemi gestiti dal gruppo di Mountain View. Gli interessati stanno ricevendo un avviso che invita loro e i collaboratori colpiti dal problema a modificare le credenziali per l'accesso al servizio. La policy di Google prevede di salvare le vostre password protette da crittografia così da garantirne la sicurezza. Ciò nonostante, di recente abbiamo comunicato a un gruppo ristretto di clienti G Suite che alcune password sono state immagazzinate in chiaro ...continua...

Lavoro & Normative

(23/05/2019)

ECDL diventa ICDL, la certificazione internazionale per l'alfabetismo digitale

È stata finora nota come Patente Europea del Computer e ha rappresentato un importante punto di riferimento per persone e imprese che necessitavano di una certificazione delle competenze digitali di base. Dopo 22 anni l'ECDL si rinnova e cambia anche nome: la European Computer Driving Licence diventa la International Certification of Digital Literacy (ICDL, Certificazione Internazionale delle Competenze Digitali). L'ECDL diventa ICDL: International Certification of Digital LiteracyL'ICDL cambia per poter rispondere ai mutamenti sia nella tecnologia che nelle richieste del mercato. La nuova certificazione eredita molte parti dalla precedente versione, ma rivede l'organizzazione dei moduli per meglio incontrare le esigenze dei destinatari. Nello specifico, ICDL si divide in ICDL Digital Citizen ...continua...

Tecnologia & Comunicazione

(23/05/2019)

Huawei: Microsoft tace, via i MateBook dallo store

Mentre la posizione di Google in merito al ban degli USA imposto a Huawei è chiara fin dalla serata di domenica, Microsoft ancora non si è pronunciata sulla vicenda in via ufficiale. Rimane dunque da capire cosa la decisione di Washington comporterà per il catalogo dei dispositivi proposti dal gruppo cinese e basati sulla piattaforma Windows. Huawei ban: Microsoft tace, ma...L'ipotesi più probabile è quella che porta a uno stop alla distribuzione delle licenze riguardanti il sistema operativo, con ripercussioni dirette sia sulla commercializzazione di nuovi laptop sia sul supporto fornito a quelli già in commercio. Insomma, anche in ambito PC sembrano potersi replicare le dinamiche di cui stiamo scrivendo ...continua...

i vostri filmati

Vuoi ricevere queste NEWSLETTER? Iscriviti QUI!